CINQUE TERRE E GOLFO DEI POETI

8-10 APRILE 2022

20 Gen · viaggia · Nessun Commento

CINQUE TERRE E GOLFO DEI POETI 8-10 APRILE 2022


Cinque Terre e Golfo dei Poeti

8-10 aprile 2022

 

 

1° GIORNO: VENERDI’ 8 APRILE
CATTOLICA – RIMINI – SARZANA – LERICI

Partenza in bus GT con accompagnatore ViaggiaMondo da Cattolica, Riccione e Rimini per Sarzana. Visita guidata della città, nata come borgo fortificato e diventa libero Comune del XII secolo.
A lungo contesa da i Pisani, Lucchesi, Fiorentini e Genovesi, questa piccola città sviluppata lungo la via Francigena era interamente cinta da mura bastionate e protetta da due imponenti Fortezze Rinascimentali, il forte di Sarzanello e la Cittadella. Entriamo in città attraverso Porta Romana e dopo aver percorso i bastioni della Cittadella fatta edificare da Lorenzo il Magnifico raggiungiamo la Grandiosa Cattedrale di Santa Maria Assunta: tra le numerose opere d’arte da non perdere gli straordinari altari quattrocenteschi del transetto (ancone dell’Incoronazione e della Purificazione), la cappella delle reliquie con opere del pittore Domenico Fiasella (detto Sarzana) che conserva il “Preziosissimo Sangue”,  ma soprattutto lo stupefacente crocifisso del Maestro Guglielmo, firmato e datato al 1138, la più antica croce dipinta italiana! Poco distante dalla Cattedrale, sempre sulla via principale, visitiamo la Pieve di Sant’Andrea, edificio medievale più volte ristrutturato. Lasciamo Sarzana con la visita della Piazza del Comune (Piazza Matteotti), l’antica Piazza della Calcandola.
Pranzo in ristorante. Proseguimento per Lerici, incastonata in una tra le più belle insenature della Riviera Ligure, definita “La Perla del Golfo”, di cui, dopo La Spezia è il centro più importante. La storia del borgo e il suo sapore antico sono ancora percepibili lungo le vie del centro. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

 

2° GIORNO: SABATO 9 APRILE
LE CINQUE TERRE

Le Cinque Terre, affacciate sul Mar Ligure tra punta Montenero e Punta Mesco, sono oggi celebri in tutto il mondo per il loro fascino, dovuto a molti elementi che fondono in una sintesi unica. Una storia millenaria legata essenzialmente alle attività della viticultura, della pesca e del commercio marittimo. Una “architettura del paesaggio” fatta di case torri dai colori sgargianti, fortificazioni legate alla difesa delle coste, piccoli approdi, affascinanti chiese medievali e infinite estensioni di terrazzamenti utilizzati per la coltivazione di vite e sostenuti da semplici muri. Dopo la prima colazione in hotel raggiungiamo il borgo di Manarola, con il porto racchiuso in un suggestivo promontorio di roccia scura. Dopo una breve passeggiata sul tratto recentemente riaperto della Via dell’Amore, scendiamo verso la marina tra strette e pittoresche vie, piccole cascate e mulini, circondati dai caratteristici vigneti terrazzati nei quali si producono i vini delle Cinque Terre. Dal Porticciolo di Manarola possiamo percorrere il sentiero Azzurro per un breve tratto fino al belvedere da cui si può ammirare Corniglia.
Da Manarola ci spostiamo in treno in pochi minuti a Monterosso, il più grande e popoloso dei cinque borghi, tra carruggi ricchi di caratteristiche botteghe, prodotti tipici ed un mare scintillante. Il nostro itinerario prosegue con una breve visita al borgo di Monterosso con la chiesa di San Giovanni Battista e l’oratorio barocco “mortis et orationis”.
Prima di rientrare ci concediamo un’ultima sosta di circa un’ora a Riomaggiore, altro pittoresco borgo di pescatori edificato sulle sponde rocciose di un ripido torrente.
Dalla stazione raggiungiamo il porticciolo tra le case colorate e piccole barche de3i pescatori locali.
Pranzo in ristorante incorso di escursione. Cena e pernottamento in hotel.

*La visita può essere svolta in ordine diverso da quello illustrato, in base alle necessità del gruppo, ai tempi di visita a disposizione e alle condizioni meteo..

 

3° GIORNO: DOMENICA 10 APRILE
PORTOVENERE – LA SPEZIA – CATTOLICA

Dopo la prima colazione partiremo per la visita guidata di Portovenere, suggestivo borgo marinaro delle antiche origini e immerso nel blu del Parco Naturale Regionale, dal 1997 entrato a far parte dei siti UNESCO in qualità di Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Da Piazza Bastreri entriamo nel borgo attraverso uno storico portale di accesso fortificato, sul quale un’iscrizione ricorda l’appartenenza di Portovenere alla Repubblica di Genova fino dal 1113. Attraversiamo il carruggio centrale, ricco di locali e botteghe incorniciati da Architravi scolpiti; da qui possiamo osservare le “calate”, stretti passaggi voltati verso il mare, e le scalinate che salgono verso la parte alta del paese, dominata dalla chiesa di San Lorenzo (santuario della Madonna Bianca) e del castello di Portovenere. Arriviamo dunque nella parte più antica e suggestiva del borgo, il patrimonio della chiesa di San Pietro che ci offre viste e panorami imperdibili: il mare aperto, la verde e la vicinissima isola di Palmaria, le falesie del monte Muzzerone, la celebre grotta di Byron. Scendendo dal castello possiamo concederci qualche ulteriore suggestiva sosta panoramica lungo la palazzata a mare, con le caratteristiche torri colorate, e una passeggiata tra negozi tipici, gelaterie e focaccerie.
Proseguiremo poi per La Spezia, al centro dell’ampio Golfo dei Poeti, naturalmente protetta tra il mare e le pendici delle colline che le fanno da cornice.
E’ una città moderna, segnata storicamente dalla vocazione marinara e radicalmente trasformata a partire dal secondo Ottocento dalla presenza dell’Arsenale Militare Marittimo voluto dai Savoia. Città di “strade larghe e case alte e gialle” come scriveva Ernest Hemingway, che mostra evidenti i segni delle sue trasformazioni tra ‘800 e ‘900, quando l’antico borgo marinaro organizzato attorno al Castello di San Giorgio e alle fortificazioni genovesi si allarga e si estende fino a divenire un centro popoloso e moderno, in cui i segni del passato medievale si intrecciano agli elementi moderni tra il Liberty, Futurismo e Contemporaneo. Il nostro itinerario inizia in Piazza Europa, affacciata sul mare e dominata dalla grande e moderna Cattedrale di Cristo Re. Da qui inizia la passeggiata Morin che percorre il cuore del Golfo, fiancheggiata dai giardini pubblici ottocenteschi, e conduce fino al grande Arsenale della Marina Militare Italiana, vero motore dello sviluppo della città. Il museo Tecnico Navale si trova all’interno dell’Arsenale: questa grande collezione raccoglie oltre 6500 cimeli legati alla storia navale delle origini della navigazione ai giorni nostri e , in particolare, alla storia e tradizione della Marina Militare Italiana. Modelli, repliche di navi storiche e navi celebri, carte geografiche, polene, medaglie, bandiere navali, oggetti antichi, armi, mezzi e attrezzature utilizzate dalla Marina Italiana. Tra gli oggetti più importanti conservati nel Museo possiamo ammirare la raccolta di30 polene in legno provenienti dalle più prestigiose navi Europee dell’Ottocento, le repliche delle varie tipologie di navi antiche e moderne come la poderosa Corazzata Roma e la Nave scuola Amerigo Vespucci, le armi subacquee, gli strumenti utilizzati da Guglielmo Marconi e le prime trasmissioni radio nel Golfo di La Spezie.
Il nostro itinerario proseguirà con la visita dell’antica Cattedrale di S. Maria (all’interno una terracotta Rinascimentale di Andrea della Robbia) e con una breve passeggiata nel centro storico, dalla zona dei mercati all’antica Via del Prione, spina dorsale della città medievale.
Partenza nel pomeriggio per Rimini/Cattolica. Arrivo previsto in tarda serata.

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE EURO 410,00
SUPPLEMENTO SINGOLA EURO 120,00

La quota comprende:

  • Sistemazione presso Hotel Europa oppure Doria Park 3* a Lerici
  • Trattamento di pensione completa con acqua e vino ai pasti
  • Visite guidate come da programma
  • Treno alle Cinque Terre
  • Ingresso Museo navale La Spezia
  • Accompagnatore Viaggiamondo
  • Assicurazione medico/bagaglio.

La quota non comprende:

  • Bus Gt, pedaggi, check point
  • Assicurazione annullamento viaggio facoltativa (Euro 30,00)
  • Tassa di soggiorno da pagare in hotel
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”

 

 

print
© viaggia-mondo.it - Credits by Excellent Marketing | P.I.04440600403