puglia e matera tour

puglia e matera tour 3-10 ottobre 2021

27 Apr · viaggia · Nessun Commento

PUGLIA TOUR E MATERA 3-10 ottobre 2021


BENVENUTI IN PUGLIA!
TOUR DELLA PUGLIA E MATERA
3-10 OTTOBRE 2021

La Puglia è dove la natura delle isole Tremiti sposa la spiritualità di San Giovanni Rotondo e l’arte barocca di Lecce si alterna al misterioso simbolismo di Castel del Monte. Senza dimenticare i trulli e il litorale salentino. Un viaggio di svago e cultura nel cuore di una regione sorprendente.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° giorno:  domenica 3 ottobre  MONTE SANT’ANGELO – VIESTE
Partenza in pullman GT da Rimini, Riccione, Cattolica  e Pesaro, direzione Puglia  con accompagnatore Viaggiamondo. Lungo il percorso soste per ristori e pranzo libero. Ci appare in lontananza  l’antico Borgo di Sant’Angelo. Protetti dal sole dei tetti spioventi delle case, lungo vicoli strettissimi percorriamo uno dei borghi medievali che meglio ha custodito la cultura tipica garganica in un’atmosfera assieme mistica, religiosa e folcloristica. L’originale e unico paesaggio rurale pugliese con i suoi muretti a secco, i pagliari, gli ulivi secolari, le dolci colline che cambiano continuamente sotto la mano sapiente dell’uomo ci introduce a Vieste: famosa per il suo mare, la sua incredibile costa ricca di spiagge lunghissime e le meravigliose grotte marine, il Pizzomunno, ma anche per il delizioso borgo  di antichissima storia. Borgo vivace, vicoli stretti,  profumo di salsedine, casette bianche con finestre adornate di basilico a strapiombo sul mare e  scorci che tagliano un cielo che riflette l’azzurro del Mar Adriatico. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento. (Vieste)

2° giorno: lunedì 4 ottobre  ISOLE TREMITI
Prima colazione in hotel. Partiamo per il porto di Termoli e salpiamo alla vota delle  “perle dell’Adriatico”. Le isole Tremiti sono un arcipelago formato da  cinque piccole isole di cui solo 2 abitate. Sicuramente una tra le mete più ricercate del Mediteranno per la bellezza selvaggia e asciutta del paesaggio, calette rocciose, scogliere scoscese e l’indescrivibile trasparenza del mare che passa dal verde intenso al celeste iridescente , punteggiato da scogli dai nomi suggestivi. Una leggenda racconta che al rientro dalla guerra di Troia il re greco Diomede scagliò in acqua tre rocce da cui sorsero le isole, habitat naturale delle Diomedee, uccelli marini dal canto molto simile al vagito di un neonato. Si narra che questi uccelli siano i compagni fedeli di Diomede, trasformati da Venere per vegliare sul loro eroe che qui riposa. Leggende, natura e vestigia di un antico e glorioso passato creano atmosfere uniche e fanno bella mostra di sé invitando i suoi visitatori a osservarle: la misteriosa grotta del Bue Marino, la Pineta a San Domino, l’abbazia-fortezza di San Nicola….le spiagge e i  fondali che offrono scenari spettacolari tra anfratti,  insenature, pesci di ogni razza e dimensione, relitti romani, turchi e più recenti. Dedichiamo  l’intera giornata alla scoperta di questo paradiso incontaminato. La nostra guida ci mostrerà e ci racconterà dell’isola di San Nicola e quella di San Domino e avremo anche tempo per godere in libertà del mare, del sole e del paesaggio. Pranzo in ristorante. Rientriamo in hotel per la cena e il pernottamento.(Vieste)

3° giorno: martedì 5 ottobre  CASTEL DEL MONTE –  BARI – LECCE
Prima colazione in hotel e partenza per Castel del Monte, che compare improvvisamente tra le colline pugliesi, isolato e solitario. Oggetto di interpretazioni esoteriche e fantasiose, è stato considerato una riproduzione della Piramide di Cheope voluta da Federico II, ma lo si è creduto anche un castello che l’imperatore aveva fatto costruire ai templari per custodire il tesoro dei tesori, il Santo Graal. Inoltre, l’edificio sarebbe perfettamente allineato con la Cattedrale di Chartres e il tempio di  Salomone a Gerusalemme. Quale sia stata la sua funzione è ancora al vaglio degli storici, quello che è sicuro è che la sua visita diventa un’esperienza imperdibile e capace di emozionare. Dopo il pranzo, ci trasferiamo a Bari città di origine bizantina, punto di incontro tra oriente e occidente. Città dai mille volti  dove la guida ci porterà  alla sua scoperta attraversando il  dedalo di viuzze della città vecchia per arrivare alla sua bellissima  Basilica. In serata arriveremo a Lecce, signora elegante e raffinata. Cena e pernottamento in hotel.(Lecce)

4° giorno: mercoledì 6 ottobre  OTRANTO – LECCE
Prima colazione in hotel. È il sole a decidere i colori di Lecce, il capoluogo della provincia più orientale d’Italia, a metà tra mar Ionio e mar Adriatico: cambia sfumatura  in base alle ore del giorno. Per via del bianco della pietra, utilizzata per costruire palazzi, chiese e monumenti che, con i loro riccioli e le loro decorazioni, si stagliano orgogliosi nell’intransigente azzurro del cielo del sud. La pregiata pietra leccese, calcarea, tenera ma resistente, ben si adattava alla lavorazione con lo scalpello tipica dello stile barocco, sbocciato nel Seicento in tutta la città. Nota anche come “la Firenze del Sud”, Lecce stupisce e affascina. Visiteremo il suo centro storico ricco ed esuberante e, dopo il pranzo, percorreremo il suggestivo litorale salentino fino a Otranto, dalle origini bizantine e definita la “Porta d’Oriente”. Occupa il punto più a est d’Italia ed è definita dall’Unesco “Testimone di cultura di pace”. Custodisce  un borgo antico, un intreccio meraviglioso di stradine ricche di negozi, botteghe, ristoranti e monumenti preziosi e si sviluppa attorno al castello e alla sua romantica Cattedrale. Cena e pernottamento in hotel.(Lecce)

5° giorno: giovedì 7 ottobre  SALENTO
Prima colazione in hotel. Il nostro viaggio in Puglia ci porta oggi nel punto estremo della regione: Leuca è la fine del mondo, «de finibus terrae», come dicevano i latini, estremità della terra che si fa penisola, dove il Mar Ionio incontra il Mar Adriatico.  E’ qua il Faro oltre il quale non c’è più niente, è  qua la Madonna del Santuario collegato al porto da una scalinata di 184 gradini, è qua il panorama che si presenta sulla piazza antistante alla Basilica di una bellezza struggente. Risalendo il litorale jonico, lungo strade pianeggianti orlate da olivi e maestosi oleandri che ondeggiano alla brezza del mare, arriviamo a Gallipoli. “Città Bella” è il significato del nome di Gallipoli, città di mare adagiata come un miraggio sulla costa ionica del Salento, borgo antico, arroccato su un’isola di origine calcarea, collegato alla terraferma e alla città nuova da un ponte ad archi del Novecento. Le mura, i bastioni e le torri, che un tempo proteggevano la città dagli invasori, oggi la riparano dalle mareggiate donandole un fascino d’altri tempi.  Risaltano al loro interno corti,  palazzi e balconi adornati di fiori,  chiese barocche, case abbandonate invase da erbe spontanee e quelle ristrutturate con grazia e maestria, le bancarelle, i negozietti d’artigianato, i profumi di buona cucina. Mentre le splendide spiagge che la circondano ci invitano a tuffarci nelle incredibili trasparenti acque. Tempo a disposizione per mare e relax.
Rientro a Lecce. Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento in hotel.(Lecce)

6° giorno: venerdì 8 ottobre  (VAL D’ITRIA) OSTUNI – LOCOROTONDO – ALBEROBELLO
Prima colazione in hotel. Partenza in direzione Ostuni, conosciuta come la “Città Bianca” per il suo fantastico centro storico dipinto in candida calce, che si innalza su tre colli alle pendici meridionali della Murgia. La “Terra”, come viene chiamata la città vecchia dai suoi abitanti, è costituita da stradine strette e tortuose che passano tra archi e piazzette sulla cui sommità spicca la Cattedrale. Ed è magico perdersi e lasciarsi andare tra gli scorci pittoreschi dei negozietti colorati, dei suoi artigiani, dei  balconcini fioriti,  mentre tra i brevi spazi che separano le case che si baciano  all’improvviso, intravedi l’azzurro del mare in lontananza respirando profumo di salsedine e rosmarino. Proseguiamo sull’altopiano delle Murge , dove, sopra una  distesa di case bianche, svettano i campanili delle tante chiese di Locorotondo. Un luogo davvero unico, capace di esercitare suggestioni e fascino fuori dal comune. Merito delle casupole candide, delle viuzze lastricate, degli eleganti portali e dei balconi fioriti, delle  piccole case  dette “cummerse”, che spiccano imbiancate a calce.  Forma geometrica regolare e tetto spiovente che, insieme ai trulli, sono tipiche dell’abitato. A pochi minuti da Locorotondo troviamo Alberobello, Patrimonio mondiale dell’UNESCO e capitale dei Trulli,  Percorrendo i vicoletti del “Rione Monti” e dell’“Aia Piccola”, si respira un’aria fiabesca grazie alle famose costruzioni in pietra a secco con il tetto a forma di cupola. Pranzo in ristorante. Raggiungiamo l’incredibile Matera. Cena e pernottamento in hotel.(Matera)

7° giorno: sabato 9 ottobre  MATERA
Prima colazione in hotel. Un piccolo gioiello scavato nelle montagne. Il tempo sembra essersi fermato nella città di Matera, dove il paesaggio circostante non è diverso da quello di un dipinto. Appollaiata ai margini di uno sperone di roccia, è costituita dai vivaci rioni superiori e dalla più tranquilla zona inferiore denominata i sassi di Matera, divisa a sua volta in Sasso Barisano e nel più pittoresco Sasso Caveoso. Il nucleo più antico della città, col suo intrico di grotte, cortili, cunicoli sotterranei e vicoli in discesa, lascia senza parole. Carlo Levi, nel suo “Cristo si è fermato a Eboli” la descrive così: “Chiunque veda Matera non può non restarne colpito tanto è espressiva e toccante la sua dolente bellezza”. L’intera giornata sarà dedicata alla visita  guidata di questo luogo unico al mondo. Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento in hotel.(Matera)

8° giorno: domenica 10 ottobre  TRANI
Prima colazione in hotel e partenza per Trani. E’ un suggestivo gomitolo di viuzze lastricate, il centro storico di Trani, che si specchia nell’acqua del romantico porto nel quale pullulano caratteristici pescherecci,  con le maestose sagome della Cattedrale di San Nicola Pellegrino e del Castello Svevo, edificato da Federico II. E poi s’inoltra  nel suo interno tra botteghe artigianali, gallerie, ristorantini di pesce e scorci affascinanti.  Dopo il pranzo iniziamo il nostro viaggio di rientro, lungo il percorso verso casa. Sono previste soste per i ristori. Arrivo previsto in serata.

Quota di partecipazione:  Minimo 30 persone Euro 1160,00 per persona
Quota di partecipazione:  Minimo 20 persone Euro 1270,00 per persona

Supplemento singola Euro 200,00

La quota include:
– Viaggio in bus GT e bus a disposizione per tutta la durata del tour
– Accompagnatore Viaggiamondo
– Guida turistica locale a seguito per tutto il tour
– n.2 notti hotel a Vieste, n.3 notti hotel a Lecce, n.2 notti hotel a Matera
– Trattamento di pensione completa con bevande ai pasti
– Tutti gli ingressi inclusi
– Assicurazione assistenza medica e bagaglio

La quota non include:
– Mance ed extra personali
– Tasse di soggiorno da pagare in loco
– Assicurazione annullamento facoltativa Euro 80.00*

* Assicurazione annullamento include eventi catastrofali e pandemie per le garanzie di Assistenza e Spese Mediche.  Eventi in cui l’assicurato o i suoi familiari siano affetti da malattie classificate come Pandemia dall’Oms. Eventi in cui l’assicurato e/o un iscritto alla stessa pratica di viaggio si trovi in regime di isolamento fiduciario o isolamento sorvegliato. Eventi catastrofali occorsi nei 30 giorni antecedenti la partenza e nel raggio di 100 km

Prenotazione entro il 31 Maggio con acconto di € 300.00
Saldo entro il 2 Settembre

print

Categoria: Viaggi di Gruppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© viaggia-mondo.it - Credits by Excellent Marketing | P.I.04440600403